Riaprono le Collezioni Egittologiche: una mostra e un nuovo look a sessant’anni dalla fondazione

Collezioni Egittologiche 16 Febbraio 2022

Il 19 febbraio alle ore 10:30, presso l’Aula Magna Nuova della Sapienza, si terrà la presentazione della mostra Dall’Egitto a Pisa: Gaetano Rosellini e le sue collezioni, allestita presso le Collezioni Egittologiche “Edda Bresciani” (Sistema Museale di Ateneo (SMA), Università di Pisa) di cui ricorre il sessantesimo anniversario dalla fondazione.

Interverranno:

  • Paolo Maria Mancarella, Rettore dell’Università di Pisa
  • Gianluca De Felice, Segretario Generale dell’Opera della Primaziale Pisana
  • Pierpaolo Magnani, Assessore alla Cultura del Comune di Pisa
  • Paolo Pesciatini, Assessore al Turismo e ai servizi e politiche integrate con le università
  • Salvatore Settis, Accademico dei Lincei e professore emerito della Scuola Normale Superiore
  • Marilina Betrò, Presidente del Corso di laurea magistrale di Orientalistica: Egitto, Vicino e Medio Oriente all’Università di Pisa all’Università di Pisa
  • Chiara Bodei, Presidente del Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pisa
  • Flora Silvano, Direttrice delle Collezioni Egittologiche dell’Università di Pisa

Informazioni evento

L’evento in Sapienza si terrà in modalità mista e su prenotazione a causa delle restrizioni vigenti.

La partecipazione in presenza è su prenotazione e subordinata al possesso del green pass. Sarà, comunque, possibile seguirlo in diretta streaming.

A seguire il taglio del nastro e l’inaugurazione della mostra alle Collezioni Egittologiche che si presentano con un look rinnovato grazie a nuovi colori, nuova illuminazione e nuove soluzioni espositive.

Si ricorda che gli ingressi alle Collezioni Egittologiche sono contingentati a causa delle restrizioni vigenti. Dopo il taglio del nastro ci sarà la possibilità, a turni, di visitare alle Collezioni che rimarranno poi aperte fino alla sera”

 

 

La mostra

Dall’Egitto a Pisa: Gaetano Rosellini e le sue collezioni

Ideata a un anno dalla scomparsa di Edda Bresciani, egittologa di fama mondiale che alle Collezioni ha dato il nome, la mostra è realizzata in collaborazione con l’Opera della Primaziale Pisana (O₽A) che ha prestato all’Università tre preziosi reperti della sua raccolta di antichità egizie.

La mostra offre l’opportunità di ammirare una scelta dei piccoli, grandi capolavori donati all’Opera della Primaziale Pisana da Gaetano Rosellini nel 1830, al rientro dalla celebre “Spedizione Franco-Toscana in Egitto e in Nubia” (1828-1829), guidata dal nipote Ippolito Rosellini insieme a J.F. Champollion, e alla quale Gaetano aveva partecipato in qualità di ingegnere e architetto.

L’accostamento inedito tra questi reperti e quelli della Collezione Picozzi, donazione fatta all’Università di Pisa nel 1962 proprio dagli eredi di Gaetano Rosellini, ed esposta permanentemente alle Collezioni Egittologiche, permette dunque di riavvicinare parti di un patrimonio storico a lungo separate.

In occasione della mostra le sale del piccolo museo si presentano con un look rinnovato grazie a nuovi colori, nuova illuminazione e nuove soluzioni espositive, che potranno meglio incorniciare il dialogo tra i reperti provenienti dalla raccolta dell’Opera della Primaziale Pisana e quelli delle collezioni permanenti.

 

Apertura al pubblico delle Collezioni Egittologiche

Il 19 febbraio segna anche la riapertura al pubblico delle Collezioni Egittologiche, chiuse dall’11 gennaio per i lavori di allestimento.

Le Collezioni Egittologiche saranno aperte dalle 15:00 alle 19 di sabato 19 febbraio.

Si consiglia la prenotazione: https://www.egitto.sma.unipi.it/prenota-online/

Orario dal 20 febbraio

  • Martedì: 9:00 – 13:00
  • Mercoledì – venerdì: 9:00 – 13:00 e 15:00 – 18:00
  • Sabato, domenica: 10:00 – 13:00 e 15:00 – 18:00
  • Lunedì: chiusura settimanale

 

Il 19 febbraio sono previste due visite guidate alle Collezioni Egittologiche, con prenotazione online obbligatoria, alle ore 16:00 e alle ore 17:00.